giovedì 24 maggio 2012

Torta di pane ticinese




Torta di pane ticinese

Questa torta è una specialità del mio cantone, il Ticino. È una di quelle ricette che anticamente erano utilizzate per sfruttare anche il pane secco.
A me piace moltissimo, la faccio raramente perché raramente mi avanza pane :).  È un buon dolce non troppo dolce, tra le torte preferite del mio papà a cui dedico questo post.

Ingredienti:


ca. 400g pane raffermo                   Tagliare il pane a cubetti e 
1 l      latte                metterlo in una casseruola.   
                              Ricoprire i cubetti di pane con il 
                              latte scaldato fino a bollore e 
                              lasciare riposare per almeno 6 ore o 
                              per una notte.



Una volta passato il tempo di ammollo schiacciare il pane con le mani per sciogliere i grumi rimasti. Io lascio normalmente anche la crosta e quindi ci metto un po' di più a rendere il tutto uniforme. Non usate il mixer perché l'impasto diventerebbe troppo liquido.


150g   zucchero
80g    burro
2      uova
50g    cacao
100g   pinoli
100g   uvetta
1      bustina di zucchero vanigliato
1      buccia di limone grattugiata
1      bicchierino di grappa (io ho messo il grand marnier)



Aggiungere tutti gli ingredienti, mescolando bene tra uno e l'altro, così da avere alla fine un composto ben amalgamato.

Mettere il composto in una teglia ben imburrata e cospargerlo con dei pinoli e dei fiocchi d'avena.
Cuocere nel forno preriscaldato a 180°C gradi per 1h 1h30. I primi 45 minuti nella parte bassa del forno e il tempo restante in mezzo. 
Se si volesse fare la prova dello stecchino questo non dev'essere asciutto. L'interno della torta di pane deve rimanere un po' umido, è simile a quello del Castagnaccio.

Da notare che per questa torta gli ingredienti sono veramente approssimativi, quindi potete essere flessibili nelle quantità e nelle scelte. Esce sempre buona!


4 commenti:

  1. A me piace tantissimo e la mia ricetta è come la tua :-)
    ciaooooo

    RispondiElimina
  2. E buonissima davvero ! Non avendo i pignoli ho aggiunto i semi di chia e di sesame come superalimenti. Stupendo !

    RispondiElimina

Follow by Email